IL CLUB DI SCHERMA TORINO DENUNCIA IL COMUNE E LO ACCUSA DI ABUSO D’UFFICIO

4 marzo 2021 - Dopo dieci anni di battaglie legali, concluse con una sentenza del Consiglio di Stato che ha dichiarato scaduta la concessione di Villa Glicini, il Club Scherma Torino lancia un ultimo «affondo» contro il Comune. Ieri mattina l’avvocato Mario Vecchione, il presidente del più antico circolo schermistico d’Italia, si è presentato dai carabinieri per sporgere una querela nei confronti di due dirigenti di Palazzo civico. L’accusa ipotizzata è quella di abuso d’ufficio, per una richiesta di 77 mila euro (per occupazione e utenze) giudicata illegittima e che, secondo il Club Scherma Torino, svelerebbe un piano per allontanare in tempi brevi lo storico circolo dalla sede del Valentino.

In allegato l'articolo completo, pubblicato sul Corriere della Sera del 3 marzo 2021.

Scarica il file (.PDF)

Altre notizie

torna alla homepage