Notizie

19/06/2020 - COMUNICATO STAMPA 19 GIUGNO

Con grande soddisfazione si apprende oggi che la Sez. V del Consiglio di Stato, con ordinanza n. 3604 del 19 giugno 2020, ha accolto l’istanza cautelare del Club Scherma Torino e sospeso l’esecutività della sentenza del TAR Piemonte n. 263/20 che aveva decretato, anzitempo, la cessazione del rapporto concessorio.

Il Consiglio di Stato ha ritenuto prevalente l’interesse del Club Scherma alla prosecuzione della propria attività rispetto a quello manifestato dalla Città, rimandando alla fase di merito ogni e più opportuna valutazione sulla illegittimità del provvedimento di anticipata decadenza; l’accoglimento dell’istanza cautelare è stata accompagnata dalla condanna del Comune di Torino alla refusione delle spese della fase cautelare, liquidate nella misura di € 1.500,00.

L’udienza di discussione del ricorso è stata fissata al 17 dicembre 2020.

Per quanto si tratti di un provvedimento di accoglimento fondato unicamente sull’aspetto del pericolo di danni gravi ed irreparabili, è grande la soddisfazione per aver garantito ancora la vita e la sopravvivenza del Club Scherma Torino, la sua storia, e la sua attuale realtà sportiva.

Il Presidente del Club Scherma Torino ringrazia a nome del Consiglio Direttivo e di tutti i soci l’avvocato Giorgio Vecchione per il prezioso lavoro svolto e coglie l’occasione per ringraziare gli altri legali avvocati Niccolò Gastaldi, Giovanni Passero e Riccardo Vecchione per la loro preziosa attività professionale a difesa del Club in questa incredibile e penosa vicenda con il Comune di Torino.

Le attività sportive e ricreative di Villa Glicini sono riprese il 18 maggio dopo la fase di lockdown causata dalla pandemia, ovviamente nel pieno rispetto dei protocolli di prevenzione Covid 19. I corsi di scherma e tennis si stanno svolgendo regolarmente.
Il Centro Estivo riscontra grande successo e gradimento dei giovani Soci.
La piscina sarà riaperta nei prossimi giorni dopo una completa ristrutturazione, anche la zona benessere e recupero fisico dopo i necessari lavori di riallestimento sarà a disposizione dei soci. Si prevede di riprendere l’attività agonista il 7 settembre, mentre per i corsi promozionali si dovrà attendere il 28 settembre.

Attendiamo serenamente il giudizio sul merito ed ogni commento sulla vicenda sarà dispiegato al momento opportuno.

altre notizie