Notizie

10/02/2019 - SPORT VERCELLESE IN LUTTO: È MORTO ITALO MONETTI, PRESIDENTE DELLA PRO SCHERMA

Il mondo sportivo vercellese piange Italo Monetti, presidente della Pro Vercelli Scherma, morto ieri (sabato 9 febbraio) nella sua abitazione poco prima di mezzogiorno. Da anni lottava contro una grave malattia, che l’aveva provato ma non piegato: ancora la settimana scorsa era stato nella sala d’armi della Pro Scherma, a fianco dei suoi atleti, che tante emozioni sapevano regalargli. Quando parlava di un suo tesserato vittorioso, a Monetti si illuminavano gli occhi. E uno sguardo radioso c’era anche quando spiegava aneddoti e dettagli del Trofeo Bertinetti che per tanti anni aveva organizzato, trasformando per un giorno la città di Vercelli nella capitale della scherma Mondiale. Italo Monetti aveva seguito tutte le edizioni dal 1968: non potrà vedere la 52esima edizione, che andrà in scena proprio tra pochi giorni, il 17 febbraio.

Italo Monetti, 78 anni, era stato dirigente assicurativo a Torino, Milano e Monza: una volta in pensione si era dedicato alla scherma, passione che aveva ereditato dal nonno, il generale Marcello Bertinetti e che aveva praticato in gioventù. Era diventato numero uno della Pro Vercelli Scherma nel 2008, alla morte del suo amico e presidente Piero Omodeo Salè: aveva ricoperto quel ruolo con tanta dedizione, cercando di riportare in via Massaua i fasti degli anni 90, quando in pedana c’erano i plurimedagliati olimpici Maurizio Randazzo, Paolo Milanoli, Elisa Uga e Sara Cometti. «Non amava i riflettori – dice il maestro Massimo Zenga-. Era un grande lavoratore». Italo Monetti lascia la moglie Guia e i figli Alice e Andrea. I funerali saranno celebrati lunedì alle 15 nella chiesa di San Cristoforo, dove domani (domenica 10) alle 15,30 verrà recitato il rosario.

Il Presidente e il Consiglio Direttivo del Club Scherma Torino porgono sentite condoglianze alla famiglia Monetti e alla Pro Vercelli.

Raffaella Lanza - Vercelli
Fonte La Stampa

altre notizie